Convinzioni limitanti: fai attenzione a queste due del tuo Ego Infantile

Convinzioni limitanti: ci sono dei modi di pensare dell’Ego Infantile molto diffusi e apparentemente innocui che bloccano la tua crescita personale e professionale.

La conoscenza è inutile a meno che non sia applicata”. Max Lukominsky Condividi il Tweet

convinzioni limitanti

“Sono fatto così”. “Lo so già”. Ti è mai capitato di sentire o dire tu stesso queste parole?

In questo articolo vediamo perché questi modi di pensare dell’Ego Infantile sono convinzioni limitanti molto pericolose.

Lo so già.

Una cosa che hanno in comune la crescita professionale e personale è che per migliorare e crescere sapere non basta occorre applicare.

L’esempio più semplice e banale è questo: chi fuma lo sa già che fumare è dannoso alla salute. Anni fa non c’era questa informazione. Oggi come oggi è una informazione di dominio pubblico.

Eppure non basta sapere che fumare è fastidioso per cambiare comportamento.

Ecco il vero indicatore della crescita (personale o professionale): cambiare comportamento.

Il motivo è semplice e se segui il Blog .. lo sai già: se fai quello che hai sempre fatto otterrai quello che hai sempre ottenuto.

Quindi se desideri avere risultati diversi nella tua vita è necessario cambiare ciò che fai, il tuo comportamento.

Quindi sapere che il tuo comportamento non è produttivo è necessario ma non sufficiente.

Sapere quale è il nuovo schema di comportamento è necessario ma non sufficiente.

Ciò che serve è l’allenamento del nuovo comportamento fino a che non diventiamo competenti nell’eseguirlo.

L’abbiamo visto in modo approfondito in questo articolo sulla formula del successo.

Ora invece vediamo i diversi livelli di progressione verso la competenza e le convinzioni limitanti dell’Ego Infantile.

Per compedere questi livelli prendiamo un caso semplice: la preparazione di una pietanza con una nuova ricetta.

L’ho già sentito

In questo caso hai già sentito la ricetta da qualche parte (Blog, televisione, libro, Antony Robbins, 😉 etc.).

La ricetta non è ancora entrata nelle tue conosocenze attive, ma se qualcuno ne parla ti torna in mente.

Quindi se il tuo Ego Infantile ti dice “l’ho già sentito” tu che sei il capitano della tua anima e padrone del tuo destino hai chiaro che la ricetta non la puoi eseguire e lui ti vuole far desistere sul nascere dalla tentazione di iniziare il percoso di cambiamento.

Perchè?

Perchè cambiare richiede investimento di energie e il nostro caro Ego Infantile non vuole fare fatica di cambiare.

Lo so già

In questo caso hai assimilato le informazioni relative alla ricetta e fanno parte delle tue consocenze “attive”.

Cosa significa conosenze attive?

Esempio: se tu venissi interrogato ad un esame sapresti rispondere.

Avere superato il test di conoscenza della ricetta però non garantisce che tu la sappia eseguire correttamente.

Quindi se il tuo Ego Infantile ti dice “lo so già” tu che sei il capitano della tua anima e padrone del tuo destino hai chiaro che la ricetta non la puoi (ancora) eseguire e ti attivi per iniziare a mettere in pratica.

Perchè?

Perchè come abbiamo visto in questo articolo sul funzionamento del cervello se non metti in pratica una conoscenza dopo un pò scatta il meccanismo della potatura delle sinapsi e il lo so già diventa “l’ho già sentito” :-(.

Ho iniziato a mettere in pratica

In questo caso il sapere sta iniziando a diventare saper fare. Nella esecuzione della ricetta c’è ancora qualche difficoltà, incertezza, sbavatura. Il risultato finale non è ncora al livello di qualità desiderato.  Qui fai attenzione ai tentativi del tuo Ego Infantile di farti desistere.

Quindi se il tuo Ego Infantile inizia a dirti frasi del tipo: “non sono portato”, “è difficile” “non imparerò mai” tu che sei il capitano della tua anima e padrone del tuo destino hai chiaro che lui fa il suo mestiere e sta provando a farti desistere. Tu fai il tuo e accetti gli errori come parte fisiologica del processo di crescita.

Lo so già … fare

Qui i casi sono due:  o hai raggiunto il livello di competenza necessario per eseguire la ricetta, oppure sei ancora in uno dei livelli visti prima e il tuo Ego Infantile si sta auto ingannando.

Sta a te capire se sei di fronte all’effetto Kruger Dunning o se effettivamente lo sai fare.

Come capire?

Semplice: esegui la ricetta e chiedi feedback ad un esperto.

Una delle convinzioni limitanti più pericolose: “sono fatto così”

In questo caso l’Ego Infantile utilizza uno schema mentale utilizzabile per tra tratti immutabili del tuo corpo per giustificare alcuni tratti modificabili del carattere.

Esempio: dimentichi di mettere il sale nella pietanza di cui parlavamo prima.  L’Ego dice “Ehh lo sai sono fatto così … sono un po’ distratto”.

Tu – capitano – sai che “sono fatto così” può essere usato per descrivere la tua altezza o il colore degli occhi ma non di certo se c’è attenzione o disattenzione nello svolgere un compito.

E in questi casi che fare?

Molti non amano che gli venga risposto con una domanda ad una domanda ma in questo caso corro il rischio:

Cosa fai se un bambino di 4 anni ti fa la lingua per strada?

Sorridi tra te e te e continui per la tua strada.

Ecco la stessa cosa fai quando l’Ego Infantile ti dice cose del tipo “eh sai sono fatto così”.

Sorridi fra te e te e … continui con i passi della pratica deliberata visti in questo articolo.

Bene è ora di salutarti.

Se:

  • l’articolo ti è piaciuto
  • e riesci a convincere il tuo Ego infantile a investire 7 secondi

puoi condividere questo articolo usando i pulsantini social colorati che trovi qua sotto.

Io te ne sarò molto grato … forse anche i tuoi amici ;-).

In ogni caso alla prossima.

Mirco

Immagini: www.unsplash.com

PS: Hai delle domande?

Scrivimi a mirco@mircobosi.com.

Se la domanda è di utilità generale, risponderò tramite un video che spero possa essere utile non solo a te, ma anche ad altre persone in situazioni o con problemi simili a quelli della tua domanda.

Per:

  • maggiori informazioni sul tipo di domande che puoi farmi
  • per vedere risposte che ho già dato “Mirco risponde” dai un’occhiata ai video che trovi in questa pagina.

Man mano che rispondo alle domande e “sforno” i nuovi video ti invierò una mail all’indirizzo che hai usato per iscriverti alla newsletter del Blog.

Non hai ancora fatto l’iscrizione alla newsletter?

Nessun problema, pigia il pulsantone arancione e potrai iscriverti alla newsletter del Blog e avere accesso al video corso gratuito dove scoprirai:

  • Perché le soft skills sono l’ingrediente fondamentale per avere successo
  • Come realizzare più risultati al lavoro grazie alle soft skills
  • La differenza tra realizzare risultati e realizzare se stessi
  • Come avere maggiore realizzazione di se stessi grazie alle soft skills
  • I due tipi di serenità
  • Come avere maggiore serenità grazie alle soft skills