Cosa sono le soft skills e perché sono così importanti

Sempre più spesso si parla di soft skills… Ma cosa sono le soft skills? Leggi l’articolo fino in fondo per scoprirlo.

“L'85% del successo nel lavoro dipende dalle soft skills, il 15% dalle competenze tecniche” Harvard University Condividi il Tweet

cosa sono le soft skills

In questo articolo rispondo alla domanda “cosa sono le soft skills?”.

Da qui alla fine:

  • avrai una comprensione chiara di cosa sono le soft skills,
  • l’affermazione secondo la quale l’85% del successo nel lavoro dipende dalle soft skills ti sembrerà una affermazione banale e scontata,
  • avrai l’opportunità (in fondo all’articolo) di iniziare ad allenare e approfondire le soft skills.

Se vuoi c’è anche il video..

Cosa sono le soft skills?

Le soft skills, anche dette competenze trasversali in italiano, sono capacità che servono alla maggior parte delle persone a prescindere dal tipo di lavoro che fanno che incidono nella relazione con le cose da fare, nella relazione con gli altri e nella relazione con noi stessi.

Qual è la differenza tra hard skills e soft skills?

Mentre le soft skills servono a chiunque, le hard skills, anche dette competenze tecniche, sono quelle che servono a chi fa un mestiere specifico.

Ad esempio un idraulico avrà certe competenze tecniche che gli servono per fare bene il suo lavoro, mentre un avvocato ne avrà altre.

Le competenze tecniche dell’avvocato non servono all’idraulico e viceversa.

Le competenze trasversali sono quelle che servono sia all’idraulico che all’avvocato perché più o meno tutti i lavori ci portano ad avere a che fare con tre relazioni chiave:

  • la relazione con le cose da fare: produrre risultati, risolvere problemi, portare avanti attività, ecc..
  • la relazione con gli altri: clienti, colleghi, fornitori, ecc..
  • la relazione con noi stessi.

Andiamo a vedere un po’ più a fondo queste tre relazioni chiave con una panoramica delle soft skills collegate secondo il modello di competenze proprietario.

E’ un modello che comprende 12 soft skills e l’ho costruito 9-10 anni fa per agevolare il processo di analisi del potenziale nelle aziende multinazionali.

La relazione con il fare

Nella relazione con il fare ci sono queste tre soft skills principali:

  1. organizzazione e planning: ha a che fare con organizzare le proprie attività, pianificarle, definire obiettivi, monitorarli, verificare le risorse necessarie, ecc..
  2. analisi e creatività: ha a che fare con analizzare le informazioni necessarie e i nessi causa-effetto per risolvere i problemi e tirar fuori il numero maggiore possibile di soluzioni, ecc..
  3. decision making: la capacità di prendere decisioni

La relazione con gli altri

Nella relazione con gli altri ci sono queste tre soft skills principali:

  1. comunicazione efficace: la capacità di interazione con le parole, avere una buona proprietà di linguaggio, saper scegliere le parole giuste, saperle mettere in fila con una struttura logica e chiara, ecc.
  2. interazione efficace: la capacità di saper interagire con le persone, sapere come porsi con i diversi interlocutori, sapere ascoltare, porre domande, adeguarsi alle preferenze e agli stili altrui, ecc.
  3. influenza e persuasione: la capacità di influenzare, di convincere qualcuno a fare qualche cosa che inizialmente non vorrebbe fare

La relazione con sé stessi

Nella relazione con sé stessi ci sono due soft skills molto molto importanti:

  1. autosviluppo: è la competenza che mette il turbo a tutte le altre perché è quella che ha a che fare con il proprio miglioramento.

E’ importantissima perché al giorno d’oggi – e sempre di più – le nostre competenze attuali diventano obsolete molto presto oppure vengono superate da automatismi e innovazioni tecnologiche.

Ecco allora che è importante rimanere sempre competitivi nel panorama del lavoro.

  1. consapevolezza interiore: è sapere che cosa si vuole, riuscire a riconoscere i propri modi di vedere le cose, i propri punti di forza e di debolezza, ecc.

Competenze di confine

Oltre a queste competenze trasversali ci sono delle soft skills chiamate competenze di confine che toccano tutte e tre queste relazioni.

Nel senso che hanno a che fare sia con il fare che con gli altri che con sé stessi.

Ad esempio la tenacia che è la capacità di non fermarsi di fronte agli ostacoli, di procedere verso i propri obiettivi nonostante gli ostacoli e i problemi.

Conclusione

Ora che sai cosa sono le soft skills, voglio farti comprendere la loro importanza con un esempio.

Nell’ultimo progetto a cui ho lavorato per una multinazionale prima di dedicarmi totalmente ed esclusivamente a Coltiva la Crescita, avevo a che fare con un direttore dei sistemi informativi molto in gamba.

In quel progetto abbiamo ragionato anche sulla differenza tra soft skill e competenze tecniche.

Mi ricordo proprio la sua espressione (gli si aprì un mondo) quando gli feci un esempio concreto di come il possesso di soft skills faccia la differenza e possa determinare la sopravvivenza e la prosperità nel mercato del lavoro e dei beni e servizi.

Trovi questo esempio e molto altro all’interno del mio video corso gratuito.

Se vuoi accedere all’intero video corso gratuito, completare il caso di studio e in più scoprire come si possono usare soft skills anche per raggiungere maggiore serenità, maggiore realizzazione nella vita e nel lavoro puoi farlo iscrivendoti al blog.

Non sei ancora iscritto al Blog?

Nessun problema, pigia il pulsantone arancione e oltre ad accedere al video corso gratuito potrai iscriverti alla newsletter del Blog, scoprirai così:

  • Perchè le soft skills sono in fattore critico per il successo al lavoro
  • Come realizzare più risultati al lavoro grazie alle soft skills
  • La differenza tra realizzare risultati e realizzare se stessi
  • Come avere maggiore realizzazione di se stessi grazie alle soft skills
  • I due tipi di serenità
  • Come avere maggiore serenità grazie alle soft skills

Accedi al video corso gratuito

​​iscriviti alla newsletter del Blog e scopri come avere più risultati al lavoro, più realizzazione e serenità nella vita coltivando le soft skills

Non solo, ti accennavo prima ad un bonus.

Iscrivendoti avrai anche la possibilità di ricevere ogni mattina per 30 giorni le prime trenta puntate delle 90 e passa puntate del mio libro Coltiva la Crescita.

Se poi vuoi acquistare il libro non mi offendo e puoi dare così un contributo alla tua crescita, al tuo benessere e alla tua prosperità, oltre che al progetto Coltiva la Crescita, che è un progetto raccontato nel capitolo 18 del libro.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto.

Se hai dubbi, domande o considerazioni scrivile nei comenti qua sotto e sarà mio piacere leggerti.

Se vuoi condividere questo contenuto con i tuoi contatti puoi usare i pulsantini colorati social che vedi qua sotto, io te ne sarò grato: è riconoscimento molto gradito per l’impegno che io ed i ragazzi del mio team abbiamo profuso.

In ogni caso ti faccio un grosso in bocca al lupo per la tua crescita, benessere e prosperità.

Alla prossima.

Mirco

Immagini: Google images

Lascia un commento

Vuoi più tempo per te? Scopri come

Copy link